Contattateci

Redentoristi napoletani
Piazza S. Alfonso 1
84085 Ciorani

 

Tel. +39 089/820202 +39 089/820202

Email: provinciale@redentoristinapoletani.it

 

I LUOGHI ALFONSIANI A NAPOLI

 

 

MARIANELLA - LA CASA NATIVA DI SANT'ALFONSO

 

A Marianella, quartiere di Napoli, la famiglia de Liguori possedeva una villa destinata a residenza estiva. In questa casa, il 27 settembre del 1696 alle ore 7.00, nasceva Alfonso Maria de Liguori. Sono visitabili una parte del Palazzo e le stanze in cui nacque e visse il nostro Santo.

 

Casa-Museo Sant'Alfonso

via Federico Celentan, 12 - NAPOLI

 

 

 

 

 

a lato: veduta della casa nativa

 

tela raffigurante la nascita di sant'Alfonso

 

stanza della nascita del Santo

cappella del palazzo de Liguori

IL PALAZZO DI FAMIGLIA AI VERGINI

 

Uno dei palazzi storici di Napoli, della dinastia dei Presiccio, popolarmente noto come il Palazzo Sant'Alfonso, per esser stato nei secoli ereditato da Francesco De Liguoro, principe di Presiccio, cugino carnale di Giuseppe De Liguoro, papà di Sant'Alfonso Maria de Liguori.

 

via Arena della Sanità, 62 (quartiere dei Vergini) - Napoli

 

 

 

 

 

 

sotto: una veduta di Piazza della Sanità

 

LA CHIESA DEL BATTESIMO - SANTA MARIA AI VERGINI

 

La chiesa di Santa Maria dei Vergini è una delle chiese monumentali di Napoli. Il tempio ed il suo convento vennero eretti sul sito dove, nel 1329, gli abitanti di Porta San Gennaro avevano fatto costruire una piccola cappella ed il relativo ospedale intitolati a Santa Maria del Borgo dei Vergini. Qui venne battezzato Alfonso il 29 settembre del 1696. Ancora oggi è posibile vedere il fonre battesimale e il registro dove nenne annotato il battesimo.

 

 

 

 

 

Via Dei Vergini, 45 - 80137 Napoli (NA) tel. 081 5574111
 

 

interno della chiesa

tela che raffigura il battesimo di sant'Alfonso

il battistero

 

Napoli

COLLEGIO DEI CINESI

 

P. Matteo Ripa, ritornato nel 1724 dalla Cina dove era stato missionario per 13 anni, vi piantò un istituto d'educazione missionaria per i giovani cinesi che aveva riportato con sé da Pechino, con lo scopo di formare un clero autoctono da rimandare in Cina per evangelizzare quel popolo. Qui soggiornarono per studiare la teologia, Sant’Alfonso Maria de’ Liguori e il venerabile Gennaro Sarnelli

 

Via L. S. Cagnazzi, 29 - Napoli

 

 

Napoli

I TRIBUNALI

 

Il Palazzo dei Tribunali dove sant’Alfonso esercitò l’ufficio di avvocato. Più noto come Castel Capuano è, dopo il Castel dell'Ovo, il più antico castello di Napoli. Con l'annessione del Regno di Napoli alla corona di Spagna e la sua costituzione in Vicereame (1503), fu destinato per la prima volta alla funzione di palazzo di giustizia, rimasta fino a qualche anno fa.

 

Piazza Enrico de Nicola, Napoli

 

 

Napoli

via dei Tribunali

 

Oggi il decumano maggiore è una delle strade più importanti e caratteristiche del centro storico di Napoli (dichiarato nel 1995 patrimonio dell'umanità) e corrisponde all'odierna via dei Tribunali seguendo ancora interamente l'antico asse viario greco. Questa strada era percorsa quotidianamente dal giovane avvocato Alfonso de Liguori. Qui sorgevano anche alcune delle Cappelle serotine fondate dal Santo. Il decumano maggiore inizia grosso modo da port'Alba e piazza Bellini per poi terminare al Castel Capuano. Quest'ultimo è il motivo per il quale, la strada, è stata chiamata sin dal Cinquecento strada dei Tribunali. Infatti, il castel Capuano, sin dagli inizi del XVI secolo, per volontà di Don Pedro di Toledo, assunse il ruolo di tribunale della città.

 

 

Napoli

CHIESA DELLA MERCEDE

 

La Chiesa di Santa Maria della Mercede e Sant’Alfonso Maria de' Liguori ex “Santa Maria della Redenzione dei Captivi” deve la sua origine ad una Pia Associazione, sorta nel 1548, avente come scopo il riscatto dei cristiani presi prigionieri (“captivi”) dai musulmani.

In questa chiesa, dopo aver perso ingiustamente una causa, Alfonso lascerà ai piedi dell'altare della Madonna, il suo spadino di cavaliere per entrare in seminario.

 

 

via San Sebastiano, 1 - Napoli

 

 

 

interno della chiesa della Mercede

 

sopra: ricordi alfonsiani esposti all'interno della chiesa

 

di lato: interno della chiesa della Mercede

 

Napoli

OSPEDALE DEGLI INCURABILI

In questo ospedale, il giovane cavaliere e avvocato napoletano, Alfonso de Liguori veniva spesso per dare conforto agli ammalati e qui sentì Dioche lo chiamava: “Lascia il mondo, e datti a me”.

 

Via Maria Longo, 50 - Napoli

 

 

Napoli

BASILICA SANTA RESTITUTA all'interno del Duomo

 

In questa chiuesa-cappella all'interno del Duomo di Napoli, il 6 aprile 1726 ricevette il diaconato Alfonso Maria de Liguori

 

Piazzetta Guglia del Duomo - Napoli

 

 

Napoli

IL DUOMO

 

Alfonso Maria de Lioguori, il 21 dicembre 1726, viene ordinato sacerdote all’altare maggiore della chiesa metropolitana. Fu un avvenimento per tutta Napoli dalla nobiltà alla magistratura e al popolo minuto, perché dopo il suo diaconato “né di altro si parlava in tutta Napoli, che delle virtù di Alfonso e dello Spirito Apostolico da cui vedevasi animato”.

 

Piazzatta Guglia del Duomo - Napoli

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© tutte le immagini sono tutelate da copyright

E-mail